H O M E

 
     
 

INFO sul Parco

 
     
 

COMUNI del Parco

 
     
 

CONTATTI

 
     
     
     

 

 

 

 
 
     
  Fotografie di CASALETTO SPARTANO  
 

Casaletto Spartano

 
 
Casaletto Spartano visto dalla Piazza Santa Maria delle Stelle

Casaletto Spartano visto dalla Piazza Santa Maria delle Stelle

 
Casaletto Spartano visto dalla frazione di Battaglia

Casaletto Spartano visto dalla frazione di Battaglia

 
Via Nazionale: Chiesa San Nicola di Bari e Palazzo Menta

Via Nazionale: Chiesa San Nicola di Bari e Palazzo Menta

 
Complesso Sorgivo Capelli di Venere sul Rio di Casaletto

Complesso Sorgivo Capelli di Venere sul Rio di Casaletto

Il complesso sorgivo si trova in prossimità di Casaletto Spartano e di Battaglia. La località prende il nome dalla cascata “Capelli di Venere” la cui denominazione deriva dalle particolari forme che l’acqua assume cadendo a gravità. In esso è presente una serie di percorsi interni che consentono di visitare vari luoghi panoramici che il corso d’acqua crea lungo il suo tragitto.
 
 
Complesso Sorgivo Capelli di Venere sul Rio di Casaletto

Complesso Sorgivo Capelli di Venere sul Rio di Casaletto

 
Contrada Fortino

Contrada Fortino

 
  Battaglia (frazione di Casaletto Spartano)

Battaglia (frazione di Casaletto Spartano)

 
     
Chiesa di Santa Maria delle Stelle e Palazzo Gallotti

Battaglia: Chiesa di Santa Maria delle Stelle e Palazzo Gallotti

 
Chiesa di Santa Maria delle Stelle

Chiesa di Santa Maria delle Stelle

 
 

Piazza Santa Maria delle Stelle

 
     
Battaglia: Corso Vittorio Emanuele

Battaglia: Corso Vittorio Emanuele

 
Palazzo Gallotti

Battaglia: Palazzo Gallotti

 
Chiesa di Sant'Antonio da Padova

Chiesa di Sant'Antonio da Padova

     
 
 
     
 
 

Cenni storici

Di origine Medioevale, il paese potrebbe, quasi certamente, essersi sviluppato intorno all’antica contrada “Spartoso”, da cui potrebbe derivare il nome Spartano. L’abbandono del vecchio nucleo, racconta una vecchia leggenda, fu causato da un’invasione di formiche. Molto più probabilmente dalla scarsità d’acqua o dai terremoti che, intorno all’anno Mille, sconvolsero gran parte del meridione d’Italia. Il primo documento che rivela l’esistenza di Casaletto è una pergamena di Don Pedro da Toledo, in cui si parla dei privilegi concessi a Isabella Caracciolo duchessa di Castrovillari sulle terre di Tortorella e i suoi Casali (Battaglia, Casaletto e Bonati). Oggi Casaletto Spartano è costituito dai due principali centri abitati che sono la vicina frazione Battaglia ed il Capoluogo, più tutta una serie di contrade rurali, circa un trentina, sparse su tutto il territorio che ha una superficie complessiva di oltre 72 kmq. Casaletto Spartano e Battaglia sono divise dal corso d'acqua Rio di Casaletto e collegate tra di loro con alcuni sentieri.
 

 
     
 
 
 
 
 
 
 
Foto del Cilento e Vallo di Diano:
Acciaroli Agropoli Ascea / Velia Atena Lucana Buonabitacolo
Camerota Campagna Capaccio Casal Velino Casaletto Spartano
Caselle in Pittari Castelcivita Castellabate Castelnuovo Cilento Castel San Lorenzo
Centola Cicerale Corleto Monforte Felitto Laurino
Laurito Montecorice Morigerati Novi Velia Ogliastro Cilento
Padula Paestum Palinuro Petina Pisciotta
Roccadaspide Rofrano Roscigno Sacco San Giovanni a Piro
San Mauro Cilento Sant'Angelo a Fasanella Sanza Sapri Scario
Sicignano degli Alburni Torchiara Tortorella  Trentinara Vallo della Lucania
 
 
   

H O M E

   
Tutte le foto inserite nel presente sito sono state scattate da De Maio Agostino. Nel caso di pubblicazioni chiederne l'autorizzazione gratuita (vedere la procedura indicata nella sezione "Contatti"). Questa pagina è stata aggiornata nell'anno 2014.